Best Practice

Obiettivi



Affermazione del Marchio

Questo obiettivo potrà essere raggiunto con:
 
  • La cura dell’interazione con il proprio pubblico, la partecipazione a gruppi di discussione sui temi di interesse del Brand.
  • La scelta di Hashtag pertinenti (sia popolari che strategici per la nicchia che vogliamo intercettare).
 
Valorizzazione del Marchio

Prevedere attività di promozione di contenuti di qualità al fine di migliorare la percezione di valore del Brand agli occhi dei propri clienti reali e potenziali, e fidelizzare la loro presenza e partecipazione alla pagina Aziendale. Allo scopo di raggiungere questo obiettivo, è fondamentale offrire contenuti sempre nuovi, originali, utili e di interesse, ovvero che vadano ad offrire risposte ai bisogni intercettati dalla propria clientela.


Generazione di Lead

In quanto azione di marketing, la generazione di Lead permetterà all’azienda di generare una lista di possibili clienti interessati, oltre a quelli già esistenti, ai Servizi proposti dall'Azienda. 
Ovviamente tale traguardo si paleserà dopo il conseguimento dei primi obiettivi, in quanto risultato di un'efficace affermazione nel settore come Brand, di una attiva promozione di contenuti di qualità e di una costante interazione bidirezionale con il pubblico target.

Cura e mantenimento della relazione con il proprio Audience

Nel momento in cui si inizia a presidiare un Social Network si afferma la propria esistenza come realtà all’interno di un contesto settoriale. Tale strategia, oltre a quanto appena detto, ha lo scopo di creare relazione con il pubblico-target. 
I Social Media sono, per definizione, relazione, e pertanto si basano sulle conversazioni tra il Brand e il suo pubblico di riferimento, su una comunicazione bidirezionale.
É fondamentale che il brand si metta all'ascolto delle esigenze, del linguaggio usato, delle aspettative e dei problemi del suo pubblico, per poi strutturare una comunicazione di Brand che parli proprio a questo Target, utilizzi il suo linguaggio, vada incontro alle sue aspettative, pur sempre mantenendo solida e chiara la Vision e i Valori.

Una volta che si è creata una relazione con il pubblico, dove esso ha cominciato a conoscerci, apprezzare la nostra competenza e considerarci autorevoli nel settore di riferimento, allora si potrà generare la conversione.
Costruire relazioni con i propri clienti potenziali è cruciale, perché le persone sono più propense a rivolgersi a coloro che conoscono e dei quali hanno fiducia. Lo scopo è quello di offrire informazioni utili e pertinenti agli utenti che entrano in contatto con il Brand sulle piattaforme social, cominciare a creare una relazione con questi e limitare passo dopo passo l’iniziale naturale stato di diffidenza. 


Analisi di Mercato

Il Social Network si attesta come uno strumento di importanza strategica per aiutare il Brand a conoscere e dominare il mercato in cui opera, generando consapevolezza delle opportunità di profitto o dei fattori di rischio presenti in un determinato contesto socio-economico.
É dunque necessario asserire che una corretta gestione di un profilo Social permetterà dunque di impreziosire, o modificare, un Business Plan, e di elaborare strategie di marketing qualificate.

Target


Per garantire efficacia alla propria strategia Social è fondamentale conoscere il proprio pubblico, in modo da capire quali sono i suoi bisogni, i suoi comportamenti online e che tipo di comunicazione preferisce.

Ad oggi ci si rivolgerà al medesimo Target identificato all'interno del proprio Business Plan e a tutti coloro che sono interessati al Settore di appartenenza dell'Azienda.

Cosa Comunicare



I contenuti da veicolare sui canali Social agiscono da amplificatore dei contenuti cardine Aziendali:
 
  • Brand.
  • Valori Aziendali.
  • Le Persone.
  • Progetti Sociali.
  • Principali Servizi o Prodotti.


Nelle pubblicazioni questi valori saranno comunicati insieme alle attività Aziendali, dei progetti, delle collaborazioni, e tutto ciò che è importante trasmettere sul mondo del Brand e dei trend ad esso legati.

Il valore aggiunto da trasferire è fatto dalle persone, le quali fungono da portavoce di questi valori e asset in ogni loro attività. Sarà quindi cruciale strutturare una Comunicazione Social che faccia "parlare" gli attori coinvolti nelle attività, direzionando la comunicazione all'utente finale, in modo diretto e coinvolgente.

Consigliamo una comunicazione visuale, attraverso cioè immagini, brevi clip video, storie, in modo da mostrare con maggiore concretezza quello che l'Azienda "fa" e "come lo fa", in relazione alle esigenze e alle competenze richieste dall'utente finale.

L'obiettivo è quello di farsi conoscere, ed essere riconosciuti più facilmente, come una Realtà connotata dai suoi valori chiave e dalla comunità attinente, oltre che affermarsi come punto di riferimento all’interno del mercato operante, in modo da rendersi distinguibili da altre realtà concorrenti nel settore.

Come Comunicare



Quando si elabora un piano di comunicazione sui Social Media, è fondamentale tenere a mente che tali piattaforme non devono essere considerate come un luogo virtuale in cui veicolare messaggi pubblicitari o attuare strategie di vendita, in quanto il rischio è che tale strategia risulti completamente sbagliata e fuorviante, poiché porterebbe a irrisori ritorni di visibilità.

I Social Media sono un ecosistema prezioso in cui, conoscendo le regole principali di analisi dati e gestione delle interazioni, si possono ottenere migliori risultati secondo l’obiettivo principale: creare e mantenere relazioni con il nostro pubblico, ottenere una comunicazione bidirezionale partendo soprattutto dall’ascolto attivo verso i suoi bisogni e creare un rapporto di fiducia nel tempo. Quindi, sui Social Media la vendita NON è mai l’obiettivo primario, bensì stabilire prima di tutto una relazione di fiducia con i nostri followers.

A tal fine, la presenza del Brand sui Social Media deve essere fatta tramite le persone verso le persone. Esse preferiscono maggiormente relazionarsi con altri individui piuttosto che con il Brand. Per questa ragione, sui Social Media in particolare, il Brand si deve “Umanizzare”, e le persone che lo compongono ci devono “Mettere la Faccia”, attraverso video e foto in cui raccontare il “dietro le quinte” (ad esempio scene di operatività, attività di consulenza in risposta ai bisogni di un cliente, preparazione di un veicolo, applicazione di un particolare prodotto spiegando e mostrando i benefici, ecc...).

Bisogna raccontarsi con naturalezza e spontaneità, essere autentici e personali, far emergere la passione e la professionalità, e veicolare contenuti di qualità e informazioni utili, tenendo sempre a mente quali sono i Valori del Brand e gli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Un'importante nota di Servizio sono le modifiche alle Pubblicazioni; è sempre bene non modificare mai un Post appena pubblicato, in quanto l'algoritmo utilizzato dai vari Social penalizza considerevolmente questa scelta, specialmente su Instagram, riducendo di molto la visibilità. È dunque sempre fondamentale investire qualche secondo in più nei vari "Check Pre-Pubblicazione", assicurandosi che sia tutto giusto e ben scritto. In caso se c'è la necessità di modificare qualcosa è meglio aspettate ore dopo, o meglio ancora, anche il giorno dopo.
 
Infine si specifica che ogni piattaforma social ha le sue caratteristiche che influenzano il tono di voce che il Brand deve avere e la tipologia di Post che si andranno a pubblicare. Di seguito alcune linee guida per le singole piattaforme:

Facebook



Come anticipato nei capitoli di cui sopra, vi sono alcune regole da seguire per scrivere un post efficace su Facebook. Entrando nel merito di seguito le linee guida per la pubblicazione di Post efficaci:
 
  1. Usare il giusto "Tono di Voce" per la creazione di "copy" o testi, volto a creare un legame ed un interesse costante. Inoltre si consiglia di non eccedere le 3 o 4 righe, in quanto il modello di fruizione di tale Social Network privilegia una consultazione rapida e spesso superficiale. Ricapitolando il testo deve essere chiaro, veritiero, comprensibile e soprattutto sintetico;
  2. Utilizzare le giuste Immagini e Video (entrambi necessariamente PROPRIETARI), in grado di veicolare un significato preciso. Si consiglia di riprendere, quando possibile, immagini delle Persone che operano all'interno dell'Azienda, oppure clienti che hanno beneficiato dei loro servizi e che raccontano la loro esperienza, ecc.... Ogni contributo visivo dovrà essere completato inserendo SEMPRE il Logo Aziendale e mantenendo alcune accortezze per quanto riguarda il rapporto "qualità/dimensione".
  3. Inserire degli Hashtag per visualizzare tutti i Post legati ad un determinato argomento. Gli Hashtag, infatti, vengono trasformati automaticamente in link e, se cliccati, permettono di visualizzare una lista di post altrui in cui sono contenuti.
  4. Inserire una "Call to Action", ovvero invitare il pubblico ad approfondire il post fruendo dei contenuti del Sito Internet, luogo in cui l'Azienda esprime la sua Identità e dove si predilige il convogliarsi del traffico digitale.

Instagram



Anche in questo caso vi sono alcune regole da seguire per scrivere Post efficaci su Instagram. Approfondendo le principali "Best Practice":
 
  1. Applicare anche qui il corretto "Tono di Voce" per la creazione di testi o "copy". La più importante accortezza da seguire è inserire i concetti chiave nei primi 125 caratteri, dato che poi Instagram utilizza il "Tag More" per far vedere l’intero contenuto. È fondamentale comunicare subito la notizia, il vantaggio, il "che e cosa" subito, e poi approfondire proprio come sul Sito Aziendale. Ricapitolando anche in Instagram il testo deve essere chiaro, veritiero, comprensibile e soprattutto sintetico;
  2. Sempre come per Facebook, si suggerisce di riprendere, quando possibile, immagini delle Persone che stanno lavorando, immagini di Riunioni o Meeting, oppure clienti che ne hanno beneficiato e che raccontano la loro esperienza con l'Azienda stessa. Ogni contributo visivo (necessariamente PROPRIETARIO) dovrà essere completato inserendo SEMPRE il Logo Aziendale e mantenendo alcune accortezze per quanto riguarda il rapporto "qualità/dimensione".
  3. Utilizzare anche domande aperte. Una domanda aperta chiama in causa il lettore, che è incentivato a rispondere, aumentando così i commenti e la visibilità del tuo post su Instagram. Questa accortezza su Instagram risulta particolarmente efficace quando abbinata a un Tono di Voce Amichevole, all’interno di un post che crea armonia tra testo e immagine.
  4. Anche per Instagram si consiglia l'inserimento di Hashtag per visualizzare tutti i post legati ad un determinato argomento. Gli Hashtag sono le parole precedute da # che permettono di aumentare i Follower e l’Engagement su Instagram e fanno parte del lavoro di redazione di contenuto del Post. Il consiglio è aggiungerli come lista alla fine limitandosi ad inserire quelli realmente utili, ricordandosi le dovute spaziature.
  5. Inserire una "Call to Action", ovvero invitare il pubblico ad approfondire il post fruendo dei contenuti del Sito Web dell'Azienda in modo da garantire come sempre il convogliarsi del traffico digitale.

LinkedIn



Le principali "Best Practice" da seguire per scrivere un post efficace su LinkedIn:
 
  1. Il "Tono di Voce" da utilizzare, come sempre, deve essere coerente alla creazione di testi. Inoltre nella redazione di un post LinkedIn le dimensioni sono altresì importanti, in quanto è importante che il contenuto sia conciso e chiaro andando dritto al punto. I giri di parole finalizzati ad allungare il testo non solo sono inutili, ma rischiano di rivelarsi perfino dannosi.
  2. Utilizzare le giuste Immagini o Video (entrambi necessariamente PROPRIETARI). Nonostante LinkedIn non sia un Social nato per la condivisione delle immagini, nel tempo si è adeguato alla presenza di contenuti visuali. In questo caso la dimensione delle immagini da utilizzare per i post LinkedIn consigliata per le pagine aziendali è 1200 x 1200. Ricordiamo inoltre di inserire SEMPRE il Logo dell'Azienda in Basso in posizione centrale.
  3. Anche per LinkedIn si consiglia l'inserimento di Hashtag per visualizzare tutti i post legati ad un determinato argomento.
  4. Inserire una "Call to Action", ovvero invitare il pubblico ad approfondire il post fruendo dei contenuti del Sito Web Aziendale in modo da garantire come sempre il convogliarsi del traffico digitale.

YouTube



Per quanto riguarda la piattaforma Social di YouTube, le linee guida da seguire sono sicuramente più semplici ma al contempo di uguale efficacia. Di seguito:
 
  1. Caricare i Video (necessariamente PROPRIETARI) privilegiando il formato L'H.264 o MPEG-4 AVC (Advanced Video Codec) o MPEG-4, che a parità di dimensione di altri formati fornisce una qualità maggiore. Diversamente caricare Video che prediligano la Qualità prima di tutto.
  2. Inserire un breve Titolo contenente le Parole Chiave coerenti con il messaggio che si vuole veicolare all'interno del Video. Anche qui la semplicità e la chiarezza sono le strategie più efficace per ottenere il giusto "Appeal".
  3. Inserire una descrizione semplice e sintetica contenente, preferibilmente, le medesime parole chiave inserite nel titolo e preferibilmente inserendo la consueta "Call to Action" di rimando al Sito Internet, invitando il pubblico ad approfondire il "Topic" all'interno del Sito Web Aziendale.
  4. Utilizzare le giuste Immagini di Anteprima senza utilizzare quelle suggerite dalla piattaforma alla fine del caricamento del Video; anche in questo caso inserire SEMPRE il Logo dell'Azienda in Basso in posizione centrale.
  5. Inserire i Tag contenenti le principali Parole Chiave che identificano i contenuti del Video stesso, compresa/e quella/e riportata/e nel Titolo ed in Descrizione. Questa strategia è fondamentale per garantire a Google di indicizzare al meglio il Movie in questione, garantendo efficacia in termini di SEO.
  6. Inserire gli Hashtag nel titolo o nella descrizione del video; a questi verrà aggiunto in automatico un Link Ipertestuale. Se il titolo del video non contiene Hashtag, i primi tre Hashtag della descrizione verranno visualizzati sopra il titolo.

Quando Comunicare



Dopo il focus fatto su “come” e “cosa” comunicare, sarà doveroso, una volta "battezzata/e" le piattaforme Social su cui comunicare, porre l’accento anche sulla cadenza, o meglio, sulla "timeline" di pubblicazione contenuti. In linea di massima si suggeriscono le seguenti linee guida:
 
  • Facebook: I giorni migliori per postare sono giovedì, venerdì, sabato tra le 13:00 e le 16:00, e domenica circa alle 15:00. Martedì è il giorno peggiore della settimana per postare su Facebook.
 
  • Instagram: I giorni migliori per pubblicare sono lunedì, mercoledì e giovedì, dalle 11:00 alle 13:00 e la sera tra le 19:00 e le 21:00. La domenica è il giorno peggiore per pubblicare su Instagram, mentre il momento migliore della settimana è il sabato alle 17:00.
 
  • LinkedIn: I giorni migliori per pubblicare sono martedì, mercoledì e giovedì, tra le 7:00 e le 8:00, tra le 10:00 e le 11:00, oppure tra 17:00 e le 18:00. Lunedì, venerdì, sabato e domenica sono i giorni peggiori per pubblicare su LinkedIn.
 
  • YouTube: Per quanto riguarda questo Social non vi è un giorno peggiore per la pubblicazione, mentre generalmente il giovedì ed il venerdì sono i più indicati; l'orario invece risulta fondamentale vista la natura della fruizione. A tal proposito si consiglia tra le 9:00 e le 11:00 oppure tra le 12:00 e le 16:00. 
Condividi linkedin share facebook share twitter share
0376 291677